Sanità, slitta di due anni il piano acquisti di Tac, ecografi e risonanze magnetiche

piano acquisti sanità

Senza piano acquisti molti ospedali italiani continueranno a utilizzare attrezzature obsolete.

Il piano di investimenti della sanità in Italia, previsto nel PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) per l'acquisto di macchinari per TAC, ecografie e risonanze magnetiche, è stato posticipato al 2026.

ll PNRR italiano, che prevedeva l'acquisto e l'ammodernamento di oltre 3.100 apparecchiature mediche negli ospedali come Tac, risonanze magnetiche e altri dispositivi diagnostici con un investimento di 1,2 miliardi, è stato rinviato di due anni. Questo slittamento è dovuto a una recente revisione del PNRR richiesta dall'Italia e approvata da Bruxelles.

Questo slittamento comporterà il mantenimento in servizio di attrezzature datate, con possibili ripercussioni sulla qualità e l'efficienza delle prestazioni diagnostiche. Molti ospedali italiani continueranno a utilizzare attrezzature obsolete, portando a diagnosi potenzialmente meno precise e a un'assistenza sanitaria che non sfrutta le tecnologie più aggiornate.

La decisione è stata presa nell'ambito della Missione 6 Salute e del Piano nazionale per gli investimenti complementari.

Il motivo dello slittamento di due anni è dovuto a:

  1. Difficoltà nelle Regioni: Alcune Regioni italiane hanno riscontrato difficoltà nell'affrontare il cambio tecnologico, in particolare per quanto riguarda lo smaltimento delle vecchie apparecchiature e i lavori di adeguamento infrastrutturale. Questi problemi hanno contribuito al ritardo nell'attuazione del piano di ammodernamento tecnologico degli ospedali.
  2. Richiesta di più tempo: Le Regioni hanno chiesto più tempo per completare gli adempimenti necessari al fine di implementare il cambio tecnologico. Ciò ha portato al rinvio dell'investimento, allungando il termine dal 2024 al 2026.
  3. Preoccupazioni sull'impatto sulla qualità delle diagnosi: Il ritardo nell'acquisto di nuove attrezzature diagnostiche solleva preoccupazioni sull'impatto della qualità delle diagnosi e sui tempi di esecuzione degli esami, in quanto le attrezzature datate potrebbero influire negativamente su tali aspetti.
  4. Esigenze di smaltimento delle vecchie apparecchiature: Le difficoltà legate allo smaltimento delle vecchie apparecchiature sanitarie rappresentano una delle principali cause dello slittamento del piano di acquisti.

Il documento ufficiale del Piano Integrato di Attività e Organizzazione 2023-2025 è disponibile al seguente link: PIAO 2023-2025.

piano acquisti

Articoli Correlati

Go up