Nato, Svezia e Finlandia: domanda di ammissione a metà maggio?

Svezia e Finlandia nella Nato

Da quanto riporta l'inglese The Guardian, secondo indiscrezioni della stampa finlandese, Finlandia e Svezia si preparano a presentare la loro domanda di adesione alla Nato in forma congiunta a metà maggio. La notizia è stata confermata anche dal quotidiano svedese Expressen, basandosi su fonti all’interno del governo di Stoccolma. Il quotidiano ha anche indicato il 16 maggio come probabile data, in occasione di una visita di Stato nella capitale svedese del Presidente finlandese Sauli Niinistö. Il primo ministro svedese Magdalena Andersson, e la controparte finlandese, Sanna Marin, si sono incontrate a Stoccolma il 13 aprile.

La svolta dei due Paesi

L’adesione di Svezia e Finlandia, due Paesi storicamente neutrali all’Alleanza atlantica, è una svolta radicale della loro politica estera, in larga parte dovuta all’escalation di provocazioni russe nei loro confronti nel corso degli ultimi anni e soprattutto alla guerra in Ucraina. In Finlandia, che condivide con la Russia un confine di 1300 chilometri, dal 24 febbraio la percentuale di cittadini favorevoli all’ingresso nella Nato è raddoppiata, arrivando al 68% del totale. Anche in Svezia, per la prima volta l’ingresso nell’Alleanza atlantica è sostenuto dalla maggioranza dell’opinione pubblica, anche se con percentuali molto più ridotte.

Mosca ha già minacciato in diverse occasioni Helsinki e Stoccolma se queste decidessero di aderire alla Nato, anche con l’invio nel Baltico di testate nucleari. Testate che in realtà sono già presenti nella exclave russa di Kaliningrad, striscia di terra tra Lituania e Polonia che già oggi è il territorio più militarizzato d’Europa.

Fonte: The Guardian, The Vision

Articoli Correlati

Go up