La Camera approva mozione su piano di prevenzione suicidi

piano prevenzione dei suicidi

La scorsa settimana, la Camera dei Deputati ha approvato all’unanimità la mozione “Romaniello”, che impegna il governo ad attuare una strategia strutturale e nazionale per la prevenzione dei suicidi, riconoscendoli come un’emergenza di salute pubblica.

La mozione prevede l’istituzione di un insieme di pratiche a contrasto del fenomeno, a partire dalla realizzazione di un “Osservatorio Nazionale” con il coinvolgimento di associazioni e altri enti già impegnati in attività di supporto e volontariato.

Tra i servizi descritti all’interno della mozione figurano l’istituzione di un numero verde di emergenza, di un sistema di rilevamento diagnostico nel sistema sanitario digitale e la promozione di iniziative per la sensibilizzazione anche negli ambiti maggiormente suscettibili al fenomeno, come scuole e Forze armate.

Relazione annuale alle Camere

Verranno inoltre stanziate risorse per l’assunzione e la formazione di personale qualificato che possa intervenire a livello territoriale, e ulteriori fondi per la ricerca scientifica. Infine, alle Camere è richiesta una relazione annuale di aggiornamento sulle condizioni del Paese in tema di suicidi e prevenzione.

Come riportato nella mozione, secondo un rapporto dell’Organizzazione mondiale della sanità del 2014, il suicidio comprende il 56% di tutte le morti di carattere violento,  percentuale più elevata di quella delle morti per omicidio, e nei Paesi ad alto reddito arriva fino all’81%. Al momento, solo 38 Paesi al mondo possiedono una strategia nazionale di prevenzione del suicidio.

Fonte: Vita, The Vision

Articoli Correlati

Go up