Covid-19, le nuove disposizioni dal 1 aprile

Governo e diposizioni Covid

Lo scorso 17 marzo, il Consiglio dei ministri ha deciso di avviare una riduzione progressiva delle restrizioni in vigore in Italia per contrastare la diffusione del Covid-19. Con l’avvicinarsi del 31 marzo e della fine dello stato di emergenza dovuto alla pandemia, il governo ha presentato la scorsa settimana la tabella di marcia per una progressiva abolizione delle misure sanitarie.

Le nuove disposizioni

A partire dal primo aprile, le due tipologie di Green Pass – base e “rafforzato” – non saranno più obbligatorie per accedere in negozi, hotel, uffici pubblici e postali, banche e piscine, così come in ristoranti e bar che permettono la consumazione all’aperto. Il certificato “rafforzato” sarà ancora richiesto fino alla fine di aprile per accedere a bar e ristoranti al chiuso oltre che in centri benessere, sale da gioco, discoteche, congressi, eventi e competizioni sportive al chiuso. Per quanto riguarda il capitolo trasporti, decade l’obbligo Green pass sul trasporto pubblico locale dal primo di aprile, ma bisognerà attendere la fine del mese per viaggiare senza esibirlo sui trasporti a lunga percorrenza.

Da aprile verrà meno anche l’obbligo di vaccinazione contro il Covid-19 per gli under 50 per presentarsi al lavoro, ma resterà in vigore fino al 15 giugno per over 50, insegnanti, medici e membri delle forze dell’ordine. Per personale sanitario e impiegati nelle Rsa l’obbligo si protrarrà fino a fine 2022. Per quanto riguarda l’obbligo di indossare le mascherine, decadrà definitivamente dal primo maggio, mentre fino a quella data saranno ancora richieste al chiuso e sui mezzi pubblici. Sempre dal primo maggio decadrà ogni obbligo relativo alla certificazione di avvenuta vaccinazione.

Fonte: The Vision

Articoli Correlati

Go up