Il Parlamento Ue chiede la sospensione dei colloqui di adesione della Turchia

News
Condividi

Lo scorso 19 maggio, il Parlamento europeo ha invitato la Commissione europea a sospendere i colloqui di adesione della Turchia all’UE. La risoluzione è stata adottata con una schiacciante maggioranza di 480 voti favorevoli, 64 contrari e 150 astensioni.

Il gruppo del Partito popolare europeo (PPE) ha twittato “La plenaria ha adottato a stragrande maggioranza la risoluzione più dura di sempre sulla Turchia”.

“Insistiamo sul fatto che i colloqui di adesione con la Turchia devono essere formalmente sospesi, se l’attuale tendenza negativa non viene invertita con urgenza e coerenza”, ha aggiunto il gruppo di centro-destra.

La risoluzione ha rilevato che le relazioni con Ankara si stanno deteriorando invece di migliorare e si è scagliata contro il presidente turco Recep Tayyip Erdoğan, dicendo che continua a provocare l’UE e i suoi Stati membri e sta allontanando la Turchia dagli standard europei.

Esortiamo le altre istituzioni dell’UE a subordinare qualsiasi programma positivo che potrebbero perseguire con la Turchia alla riforma democratica“, ha detto il relatore Nacho Sánchez Amor del gruppo socialista e democratico (S&D).

Tuttavia, la decisione di sospendere i colloqui dell’UE con la Turchia è nelle mani degli Stati membri. Finora l’Austria e in una certa misura la Francia hanno sostenuto tale idea. D’altra parte, la Germania, la Bulgaria e l’Ungheria si sono fortemente opposte a tale mossa.

In un Consiglio dell’UE di giugno i leader dell’UE valuteranno ancora una volta le relazioni con Ankara tra le tensioni nel Mediterraneo orientale con la Grecia e Cipro per le controversie marittime.

Sia gli Stati Uniti che la NATO riconoscono che la situazione con la Turchia non è migliorata, tuttavia nelle loro dichiarazioni pubbliche sottolineano sempre l’importanza geopolitica della Turchia e non vogliono in alcun modo che Ankara si inclini verso la Russia.

Traduzione da Euractive.com

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *